hong-kong-1990268_1920

Cos’è una città intelligente e quali esempi ci sono nel mondo

Posted on Posted in Luoghi

 

Cos’è una città intelligente 

Negli ultimi anni si è parlato sempre più spesso di smart city, ma cosa si intende esattamente con questo concetto? La città intelligente rappresenta il connubio tra tecnologia, infrastrutture e persone:  un’area urbana in cui, grazie all’utilizzo delle tecnologie digitali e più in generale dell’innovazione tecnologica, è possibile ottimizzare e migliorare le infrastrutture e i servizi ai cittadini rendendoli più efficienti. 

La definizione di smart city parte quindi dalla digital transformation dall’utilizzo della tecnologia IoT – Internet of Things nelle diverse sfere della Pubblica Amministrazione: trasporti pubblici e mobilità, gestione e ottimizzazione dell’energia, illuminazione pubblica; sicurezza urbana; gestione e monitoraggio ambientale; gestione dei rifiuti, etc… 

Smart city ed efficienza energetica

Oltre la metà della popolazione mondiale vive nei centri urbani, un numero di persone che cresce costantemente e che, entro il 2050, arriverà ai due terzi della popolazione mondiale. Questa concentrazione demografica si accompagna, da un lato ad un aumento del peso economico delle metropoli, che ad oggi contribuiscono alla produzione di quattro quinti del pil mondiale, dall’altra a un aumento delle emissioni inquinanti. Non è un caso che l’80% delle aree urbane presenti un inquinamento dell’aria oltre i limiti stabiliti dall’OMS, e l’inquinamento atmosferico è la quarta causa di morte a livello mondiale, mietendo oltre 500.000 vittime ogni anno. Per questo una città, per definirsi smart, deve tenere conto dell’urgenza ambientale che stiamo affrontando e portar avanti una continua innovazione soprattutto in termini di efficienza energetica, riduzione dei consumi e sostenibilità ambientale. 

Rendere le grandi città più vivibili, mettere le tecnologie più innovative al servizio delle persone, investire su sistemi di mobilità sostenibile che riducano l’inquinamento aumentando però la qualità dei servizi di trasporto, sono alcune delle sfide che le smart city nel mondo dovranno affrontare nel prossimo futuro.

Il tema dell’efficienza energetica e del risparmio energetico è sempre più importante sia per le amministrazioni comunali che per i consumatori: complici le detrazioni fiscali, sempre più persone adottano atteggiamenti sostenibili per ridurre i propri consumi soprattutto all’interno dell’ambito domestico. Per ridurre le bollette di casa una prima soluzione è quella di sottoscrivere un nuovo contratto luce e gas più conveniente e più adatta per le proprie esigenze energetiche, scegliendo tra le migliori offerte sul mercato. Se ci stiamo per trasferire in una nuova abitazione dovremo occuparci anche del trasloco delle nostre utenze domestiche. Se nella nuova casa il contatore è presente e ancora attivo, dovremo fare richiesta per una voltura delle utenze, mentre se il contatore è già stato disattivato, dovremo fare richiesta per un subentro di luce e gas. Prima di trasferire la nostra linea per la connessione dovremo premurarci di verificare la copertura internet per l’attivazione tramite fibra o adsl nella nuova abitazione: in caso contrario dovremo procedere con la sottoscrizione di una nuova offerta internet domestica. 

Esempi di smart city nel mondo

La classifica delle prime 50 smart city al mondo emerge da uno screening operato su un panel di 140 città, distribuite in tutto il globo, dalle quali vengono selezionate le migliori in base a una lista di dieci criteri che vanno dalla visione ai fondi stanziati, dalla presenza di ecosistemi innovativi alla gestione dei dati in chiave digitale. 

La “Top 50 Smart City Governments” ha stabilito la classifica delle prime 50 smart city elaborata dall’Eden Strategy Institute, la società di consulenza specializzata proprio nello studio delle città del futuro. Una classifica che posiziona Londra al primo posto, seguita nelle prime dieci posizioni da Singapore, Seoul, New York City, Helsinki, Montreal, Boston, Melbourne, Barcellona e Shangai. 

Partecipazione attiva dei cittadini, mobilità sostenibile, implementazione delle energie rinnovabili, raccolta dati e soluzioni urbane digitali sono i capisaldi delle nuove città del futuro. Londra guida anche la classifica delle città più intelligenti d’Europa, seguita da  Reykjavík, Copenaghen, Amsterdam, Parigi, Helsinki: città che si distinguono per le politiche green, per l’economia circolare e di inclusione proposte e per i livelli di digitalizzazione raggiunti. 

 

Lascia un commento