Viaggi di primavera con i bambini, dove andare

Posted on Posted in Viaggi

Un weekend di primavera coi bambini in una città d’arte è un’idea irrinunciabile per prendersi una pausa in
famiglia. Ma come organizzarsi al meglio coi piccoli al seguito? Ecco qualche semplice consiglio per godersi
un fine settimana di sole con la propria famiglia, alloggiando in strutture a misura di bambino, pensiamo ad
esempio a un albergo 3 stelle a Roma come il Floris Hotel, e cercando di trovare sempre il giusto
compromesso tra le proprie esigenze e la necessità di adattarsi che in viaggio è sempre fondamentale.

Viaggi di primavera, le mete più a misura di famiglia

In Italia quasi tutte le città d’arte sono a misura di famiglia, in Europa, invece, non è sempre vero. Le
destinazioni europee più accoglienti per le famiglie sono senza dubbio quelle mediterranee e l’Austria, sia
per questioni culturali che per impostazione mentale. Ma non trascuriamo nemmeno la Scandinavia e la
Spagna. Alle isole Baleari, ad esempio, ci sono interi villaggi dedicati alle vacanze in famiglia, visto che
mettono a disposizione parchi divertimenti da favola.

I consigli per una vacanza coi bambini

Se vogliamo visitare una città d’arte coi nostri piccoli, sarà meglio organizzare tutto in base alle loro
esigenze. Se prenotiamo, ad esempio, una visita guidata tra musei e chiese, anche i bimbi più pazienti del
mondo dopo qualche ora vorranno scappare via. Allora, sarà meglio scegliere musei che siano interessanti
per gli adulti, ma che offrano anche dei percorsi pensati per i bimbi. A Firenze, ad esempio, i Musei Civici
Fiorentini propongono laboratori ad hoc per i bambini, così come Palazzo Vecchio e il Museo del
Novecento. Palazzo Strozzi ha delle audioguide ad hoc per i piccoli e moltissime attività didattiche.

Un viaggio a Roma con la famiglia, dove andare

Tra le meravigliose città d’arte italiane perfette per un weekend di primavera coi bambini, anche Roma è
una meta da scegliere a cuor leggere. I bimbi possono partecipare all’udienza papale, ma anche visitare i
monumenti capitolini più belli con percorsi pensati appositamente per loro. C’è anche la possibilità di
partecipare a delle visite didattiche della Cappella Sistina, come quella che viene dedicata a Romolo e alla
Lupa, così come il Colosseo è una meta imperdibile per il fascino che può esercitare sui più piccini. E ancora,
pensiamo al parco di Villa Borghese, dove la Galleria Nazionale d’Arte Moderna dà la possibilità di
immergersi nell’arte con tanto di pic-nic!

Lascia un commento